Movimenti su Commessa

< Indietro

scheda di gestione movimenti su commessa

scheda di gestione movimenti su commessa

Funzione della scheda

La scheda commesse consente di gestire i movimenti su commessa legati ad una registrazione contabile, collegando ciascuno di essi ad un rigo della parte giornale.

Abilitazione

Per abilitare la gestione dei movimenti su commessa è necessario che sull’anagrafica azienda sia settato l’indicatore “Commesse” nella scheda della contabilità e che sulla causale di registrazione del movimento sia assegnato il valore “S” al parametro n° 12.

Funzionamento

I movimenti su commessa possono essere collegati ad ogni rigo della parte giornale il cui conto gestisca la ripartizione importi. Al primo ingresso nella scheda (ovvero se non è presente alcun movimento su commessa per la registrazione contabile) il programma avvia la procedura di inserimento a partire dal primo conto disponibile, fino ad esaurimento degli importi per la ripartizione.

La gestione del singolo movimento è effettuata su una finestra separata, simile a quella della gestione vera e propria presente nella parte commesse della procedura:

gestione del singolo movimento su commessa

gestione del singolo movimento su commessa

 

A partire dal codice commessa di riferimento, l’utente deve inserire soltanto i dati non riconducibili alla registrazione contabile stessa, denotati in figura dal colore tipico dei campi accettati da tastiera (blu su sfondo bianco).

 

Descrizione campi e funzioni

Codice Commessa: è il codice della commessa di riferimento, campo fondamentale della registrazione. Essa può essere selezionata tramite la ricerca delle commesse . Nella fase di inserimento iniziale sulla barra degli strumenti è disponibile anche il tasto funzione che permette di saltare la registrazione del movimento proposto e passare all’inserimento dei record relativi al rigo contabile successivo.

Progressivo (sola lettura): questo campo è il numero progressivo del movimento all’interno della commessa. È calcolato come ultimo numero disponible sulla commessa selezionata e calcolato al momento dell’elaborazione del movimento contabile. Per questo motivo, nelle nuove registrazioni il numero progressivo equivale a zero, con la dicitura “da definire”.

Centro di costo: è il centro di costo o di ricavo a cui il movimento si riferisce. È possibile selezionarlo dall’archivio dei centri di costo con il tasto . Essendo il primo campo dei dati (la commessa in realtà fa parte del codice identificativo del movimento) su questo campo sono disponibili i tipici tasti funzione per cancellare, copiare e incollare il dati del record corrente. Il valore proposto per i nuovi record è prelevato (nell’ordine, fino al rilevamento di un valore valido nel campo “centro di costo“) dall’anagrafica del conto contabile del rigo di riferimento, dal sintetico di tale conto oppure dal mastro.

Conto di Costo (sola lettura): è il codice del conto di costo o di ricavo, derivante dal rigo contabile a cui il movimento fa riferimento.

Cliente/Fornitore (sola lettura): codice del cliente o fornitore al quale è intestato il movimento; è ricavato dalla testata del movimento.

Codice attività: codice dell’attività su commessa legata al movimento. Può essere selezionato dall’archivio delle attività tramite il tasto di ricerca

Numero documento (sola lettura): eventuale numero di fattura fornitore, prelevato dai dati della testata.

Data documento (sola lettura): corrisponde alla data fattura, prelevata dai dati della testata.

Causale (sola lettura): codice della causale contabile di generazione del movimento, prelevata dalla testata del movimento.

Protocollo (sola lettura): è il numero del documento che si sta registrando, composto da anno, settore e numero progressivo, corrispondente dal numero di documento della testata.

Unità di misura: codice dell’unità di misura. È possibile eseguire la ricerca tramite il tasto .

Quantità: è la quantità relativa al movimento su commessa, espressa in unità di misura.

Prezzo Unitario: prezzo unitario del movimento, assegnato alla singola unità dell’articolo.

Importo: importo complessivo del movimento su commessa. Come valore predefinito assume il prodotto fra prezzo unitario e quantità.

Segno: è la posizione contabile dare / avere relativa all’importo. Solitamente coincide con quella del rigo contabile di riferimento per il moviemento.

Data registrazione (sola lettura): data di registrazione del movimento, ereditata da quella della registrazione contabile

Data competenza: data di competenza del movimento; in caso di fatture coincide con la data fattura, ma può essere modificata dall’utente secondo le proprie preferenze.

N. Operazione (sola lettura): è il numero della registrazione contabile, che verrà riportato all’interno del movimento come riferimento.

Provenienza (sola lettura): questo campo indica il contesto nel quale il movimento è stato registrato. In questo programma sarà ovviamente sempre impostato a “Contabilità generale”.

Descrizione libera: questo campo è a disposizione dell’utente per l’inserimento di annotazioni personali.

 

In un riquadro a parte sono presenti anche l’importo totale del rigo contabile a cui il movimento si riferisce, e il residuo, aggiornato con quanto indicato nel campo importo.

 

All’interno della scheda compare la lista dei movimenti inseriti per la registrazione. Da qui è possibile gestire ogni singolo movimento ed utilizzare i seguenti tasti funzione:

Visualizza l’elenco dei righi contabili per i quali è consentita la ripartizione in movimenti su commessa, con i relativi importi totali e residui

Come in tutte le altre schede della registrazione, comporta la cancellazione di tutti i movimenti su commessa presenti e il riavvio della sequenza di inserimento

Provoca il ri-allineamento dei dati con quelli della testata del movimento. Può capitare infatti che entrando in modifica di una registrazione contabile, i valori riportati sui movimenti non siano in linea con i cambiamenti effettuati sulla testata. Con questo pulsante la procedura provvede ad aggiornare tutti i movimenti presenti. Questa funzione dovrebbe comunque essere resa superflua dal normale funzionamento della procedura, che provvede all’allineamento dei dati in tempo reale.

 

Il controllo di uscita dalla presente scheda provvede a notificare eventuali importi contabili non ripartiti, fornendo all’utente la possibilità di rimanere nella scheda per completare l’inserimento (pulsante correggi), confermare i movimenti inseriti così come sono (pulsante conferma) e prendere visione degli importi residui dei righi di contropartita (pulsante residui parziali).

 

Condividi:
Share