Modelli stampante

< Indietro

Questo programma consente di associare ad un modello di stampante codificato, le opportune sequenze di caratteri da inviare alla stampante per ottenere gli effetti desiderati.

 

Questo programma è utilizzato in associazione a “Stampanti laser / dirette”, e le informazioni presenti vengono impiegate SOLO per le versioni dei programmi nel modulo di compatibilità con SISCO 2000. La stampa della modulistica su Laser PCL non fa uso delle impostazioni qui descritte.

 

Come si può notare dall’illustrazione, questo programma si presenta come una tabella di sequenze associate ad un codice alfanumerico, più una descrizione del modello.

 

Nella tabella esiste una riga per ogni sequenza gestita, e per ognuna di queste è possibile specificare i caratteri (bytes) da inviare alla stampante per attivare e (dove previsto) disattivare la funzionalità richiesta.

 

I caratteri sono specificati da numeri di tre cifre (in base 10, massimo 10 per casella) che indicano il valore di ogni singolo carattere da inviare, separati da spazio.

 

Per l’immissione, oltre al valore numerico in base 10, è possibile specificare anche:

^X (circonflesso seguito da una lettera), indica il carattere Control+Lettera. Ad esempio, ^D verrà tradotto nel codice ASCII di Control+D, cioè 004
ESC, STX, SOH, SYN, … Sigle ASCII dei caratteri di controllo. Ad esempio ESC, un carattere molto usato nelle sequenze per stampanti, verrà tradotto in 027. È accettato anche SPA per il carattere spazio, codice 032.
“X (virgolette + carattere) Il codice ASCII del carattere in questione. Ad esempio: “A = 065, “# = 035, “” = 034, …
\^ Il codice del carattere “circonflesso”
\\ Il codice del carattere “barra inversa”
altro Se non gestito in modo speciale, il codice del carattere.

 

Casi speciali

 

La sequenza denominata “Inizializzazione” viene inviata tipicamente all’inizio di una stampa, ed è formata dalla parte “attivazione” ASSIEME alla parte “disattivazione” – in questo modo si hanno a disposizione 20 caratteri.

 

Nella sequenza “Linee per pagina” i caratteri con codice 255 vengono sostituiti con la codifica del numero di righe desiderato. La modalità di codifica dipende dalla casella “Compatibilità” nella configurazione della stampante: se “L” o “J“, il numero viene codificato in cifre ASCII, altrimenti in binario. Ad esempio, con 66 righe per pagina, la sequenza:

 

(Epson) 027 067 255

diventa

027 067 066
(HP/PCL) 027 038 108 255 255 255 070

diventa

027 038 108 048 054 054 070

 

(Notare che 048 è il codice del carattere “0“, mentre 054 è quello del carattere “6“).

Condividi:
Share