Gestione Ratei e Risconti

< Indietro

È la procedura che serve a gestire l’archivio storico dei contratti relativi alla gestione. Viene tenuta una anagrafica del documento interessato e una gestione storica per tutti gli anni interessati. Questi vanno registrati dal loro nascere, indicando il valore “R” (registrazione avvenuta), alla specifica richiesta registrare contabilmente il rateo o risconto, per gli anni per i quali tali registrazioni sono già state effettuate. Il numero ordine è attribuito automaticamente dal programma in maniera progressiva e serve ad individuare il rateo e/o risconto. Viene richiesta una percentuale di deducibilità che permetterà di registrare su conti distinti le quote di Costo/Ricavo deducibili da quelle indeducibili (es. polizze assicurazione auto, ecc.). Il programma genera in base alla data iniziale, al numero di rate per anno e, nel caso di mutuo, anche in base alla durata, una tabella di scadenze.

 

 

Il programma si presenta suddiviso in tre schede di facile intuizione:

la prima “Anagrafica“, contiene tutti i dati anagrafici del Costo o del Ricavo che genera un Rateo o un Risconto. Da tenere presente che il Valore assicurato non ha alcun effetto ai fini del calcolo delle quote, le rate vengono calcolate sulla base del Tot.rateo/risconto, Il Valore assicurato è rilevante nel caso di mutuo, tramite il quale viene compilata la colonna Quota Capitale;

la seconda “Tabella Conti” contiene tutti i conti del Piano dei Conti, interessati sia alla gestione del Costo/Ricavo, che alla gestione del Rateo/Risconto come nell’esempio:

 

 

la terza “Scadenze” contiene tutti i dati relativi al calcolo del Rateo/Risconto.

 

Condividi:
Share