Esportazione dei dati delle griglie

< Indietro

Il pulsante , presente i tutte le griglie, consente l’esportazione dei dati visualizzati in vari formati.

 

Viene presentata una finestra di questo genere:

Il primo riquadro consente di limitare l’esportazione: l’opzione tutti esporterà tutte le voci visualizzabili dalla particolare griglia, solo pagina visualizzata esporterà esclusivamente le voci attualmente visualizzate, mentre l’opzione Elementi selezionati, attiva solo se la griglia è in modalità di selezione multipla, emetterà le sole voci incluse nella selezione.

 

Verranno esportate le informazioni delle colonne visualizzate così come configurate, utilizzando l’ordinamento corrente e applicando qualsiasi filtro sulle voci risulti attivo. Per modificare quali dati esportare tra quelli disponibili è possibile agire preventivamente con la personalizzazione della griglia.

 

Il secondo riquadro viene utilizzato invece per scegliere il formato di esportazione. I formati attualmente disponibili sono:

 

Esportazione in un file di testo CSV

 

Il “Testo CSV” (Comma Separated Values) è un formato per interscambio di dati leggibile da diversi software ed importabile, ad esempio, in fogli elettronici o in database.

 

Le seguenti caratteristiche tecniche possono risultare utili per l’utilizzo del file .csv generato:

il set di caratteri utilizzato è quello nativo di Windows, nella denominato “Windows 1252”, “cp1252”, “Windows Latin-1” o similare;
le righe sono separate dal terminatore di testo Windows composto dai caratteri “CR” e “LF” (con valore esadecimale rispettivamente di 0D e 0A);
i valori della varie colonne utilizzano come separatore il carattere “;” (punto e virgola);
per le colonne di tipo testuale il valore è racchiuso tra doppi apici (virgolette, “), e se contiene a sua volta questo carattere viene raddoppiato;
i valori di tipo numerico vengono esportati senza virgolette, ed utilizzano la virgola (“,”) per le posizioni decimali;
le caselle barrate sono esportate come valore numerico utilizzando 1 se barrata o 0 se non barrata;
le caselle “multiselezione” sono esportate come numeri interi corrispondenti alla sequenza di selezione;
la prima riga nel file prodotto contiene i nomi delle colonne derivati dalla codifica interna.

 

Queste impostazioni corrispondono ai parametri predefiniti per l’importazione di files CSV nei principali software per sistemi Windows in lingua italiana.

 

Confermando i parametri verrà richiesto dove salvare il file prodotto, suggerendo la cartella Documenti dell’operatore.

 

Esportazione in un Foglio di Microsoft Excel

 

Questa funzionalità necessita di una apposita attivazione software nelle procedure Convergence Evolution.

Questa funzionalità necessita dell’installazione nel computer dove si sta operando del software Microsoft Office Excel in versione “Office XP” o successiva.

 

Esportando il contenuto di una griglia direttamente in un foglio Excel anziché passare per un file di testo CSV intermedio consente un trasferimento più accurato delle informazioni.

 

Verrà richiesto il nome del file di Excel dove salvare i dati selezionati, suggerendo la cartella Documenti dell’operatore.

Se il file non esiste ne verrà creato uno, contenente un singolo “Foglio”.

In caso contrario sarà possibile sovrascrivere interamente il file, o aggiornare il “Foglio” corrispondente contenuto; questo consente di aggiungere “Fogli” aggiuntivi al file di Excel per l’analisi dei dati esportati e mantenerli tra un’esportazione e l’altra.

 

Il “Foglio” generato sarà per quanto possibile formattato per assomigliare alla griglia originale per quanto riguarda caratteri, colori, ampiezza delle celle ed intestazione delle colonne.

 

NOTA:

Durante l’esportazione verrà avviata una copia di Excel che rimarrà nascosta fino al termine dell’operazione. Qualora l’esportazione sia interrotta per errori di sistema, è possibile che l’applicazione Microsoft rimanga in memoria, causando errori anche nelle operazioni successive: verificare questa eventualità con gli appositi strumenti di sistema (p.e. “Task Manager“).

 

Esportazione in un Database di Microsoft Access

 

È possibile infine esportare i dati della griglia come una Tabella all’interno di un database di Microsoft Access. Anche questa eventualità consente un trasferimento accurato delle informazioni, anche se non per quanto riguarda l’aspetto visuale.

 

Non è necessario aver installato Microsoft Office Access per poter effettuare questa operazione, i quanto il modulo di gestione dei database in questo formato (sono files che hanno l’estensione “.mdb“) è integrata nei sistemi operativi Windows da Windows XP in poi. Per poter essere utili, comunque, è necessario dotarsi un uno strumento di gestione in grado di comprendere tali files.

 

L’esportazione in un database consente agli utenti esperti la creazione di strumenti di analisi delle informazioni molto avanzati, nonché la possibilità di trasferire tutte o parte delle informazioni presenti verso database più avanzati (SQL Server, MySQL, Oracle, DB2, …) magari già in uso per altri scopi.

 

ATTENZIONE: Il supporto per il formato di database Microsoft Access potrebbe essere rimosso in futuro dai sistemi Windows nelle prossime versioni. In questo caso sarà necessario avere installato l’appropriata versione di Microsoft Office Access. In particolare sembra che questo supporto NON sarà sviluppato per i sistemi operativi Microsoft a 64 bits.

 

Disponibilità della funzione di esportazione

 

La possibilità di esportare i dati delle griglie potrebbe essere limitata dalle autorizzazioni concesse all’utente tramite gli appositi strumenti della procedura.

Condividi:
Share