Costruzione di un Codice Fiscale

Ti trovi qui:
< Indietro

 

 

In alcuni programmi è possibile, dove è richiesta l’immissione di un codice fiscale, richiamare questa funzione che consente di costruire il codice fiscale stesso a partire dai dati anagrafici della persona alla quale si riferisce. I programmi che lo prevedono possono passare a questa funzione parte dei dati necessari qualora siano disponibili, lasciando all’utente l’immissione di quelli rimanenti.

 

Notare che il cognome e il nome devono essere separati dal carattere “*” (asterisco) per una gestione corretta dei nomi composti. Questa funzione inserisce automaticamente un asterisco al posto del primo spazio bianco trovato, e l’utente può spostarlo sia manualmente sia un apposito pulsante ().

Il comune di nascita DEVE essere presente nell’elenco dei Comuni Italiani (vedi relativo programma). È possibile richiamare la funzione di ricerca una volta posizionati sul campo.

Notare che normalmente il codice del comune (ed il comune stesso) deve corrispondere a quello in essere al momento della nascita del soggetto o comunque della prima emissione del codice fiscale allo stesso – questo può essere un problema in caso di comuni soppressi, accorpati o separati negli ultimi anni, in quanto l’elenco dei comuni d’Italia riporta le informazioni più recenti a disposizione.

 

Una volta immessi tutti i dati necessari, il codice fiscale viene calcolato e, sempre che il programma chiamante lo preveda, riportato come dato da inserire nel campo originale.

 

ATTENZIONE:

Essendo possibili delle collisioni nel codice fiscale (persone diverse che risultano nello stesso codice fiscale), le normative correnti prevedono l’alterazione dei codici duplicati fino ad eliminare il problema. Questa funzione non è in grado di determinare tali collisioni, poiché sarebbe necessario l’archivio completo dei codici fiscali assegnati in Italia. La normativa prevede, inoltre, l’utilizzo di codici fiscali correttamente assegnati, ma errati nella forma, qualora ne sia stata richiesta la variazione, a titolo di codice fiscale provvisorio. Tutto questo significa che:

Il codice fiscale costruito deve considerarsi indicativo e deve essere sottoposto a verifica.

 

premendo questo tasto verrà spostato il separatore tra il cognome e nome (asterisco) al prossimo spazio vuoto;

premendo questo tasto viene effettuata la ricerca nella tabella dei comuni d’Italia.

 

Questo programma può essere richiamato indipendentemente dalla barra del menù (“Utilità” > “Codice fiscale”).

 

La normativa per la codifica dei codici fiscali per le persone fisiche e giuridiche è contenuta nei decreti del Ministero delle Finanze numeri 13813 e 13814 del 23/12/1976 e successive modifiche.

Condividi:
Share